I CANI SALVATAGGIO – Gli Angeli a 4 zampe delle nostre spiagge

Ogni estate centinaia di persone vengono salvate dai volontari della "SICS", la "Scuola Italiana Cani Salvataggio”. Vediamoli con i loro cani in azione!

La “Scuola Italiana Cani Salvataggio” è la più grande organizzazione Europea dedita alla formazione dei cani da salvataggio nautico e dei loro conduttori.

È un’attività di “Protezione Civile” composta da Volontari che con i loro cani educano le persone sui rischi del mare. Controllano la spiaggia per prevenire incidenti e sopratutto soccorrono i bagnanti in caso di emergenza.

Oltre ad essere dei bellissimi esemplari questi cani “Labrador” hanno una marcia in più: la loro forza in acqua è superiore a quella dell’uomo e lo possono aiutare a trainare e portare in salvo più persone. Se nuoti con loro è come avere un motore a 4 zampe che ti riporta velocemente a riva!

I Cani Salvataggio sono molto amati dalle persone e quest’amore consente agli operatori di attirare l’attenzione dei bagnanti ed educarli sui rischi del mare.

Molti incidenti balneari, infatti, si potrebbero evitare con un po’ di informazione in più, conoscendo i rischi della balneazione che non vanno mai sottovalutati!

Ecco un po’ di consigli che ho appreso dai volontari della “Scuola Italiana Cani Salvataggio” e che possono esserti molto utili in questi giorni d’estate:

1. Evita di nuotare vicino ai moli o alle banchine, perché spesso si formano delle “risacche”, e cioè delle correnti molto forti che ci spingono al largo.

In questo caso non nuotare mai contro corrente perché è troppo forte: nuota invece parallelamente alla spiaggia per allontanarti il prima possibile dalla risacca e raggiungere più facilmente la riva.

2. Se sei in mare su un piccolo gommone o un materassino gonfiabile presta sempre attenzione alla direzione del vento.

Sopratutto quando soffia dalla spiaggia verso il mare, perché è un vento che non crea delle onde e quindi non te ne accorgi ma ti allontana dalla riva e ti spinge sempre più al largo.

3. Quando nuoti lontano dalla riva non devi mai allontanarti da solo, ma sempre in compagnia.

4. Prima di immergerti assicurati di non avere mangiato da poco e di non esserti esposto al sole troppo a lungo, per evitare lo shock termico e uno svenimento in mare.

In conclusione, quando sei al mare ricordati che non è il nostro ambiente naturale!

E sopratutto quando arrivi su una nuova spiaggia che non conosci, chiedi sempre agli operatori di salvataggio e ai bagnini quali possono essere i rischi della zona in cui stai per immergerti.

Se vuoi saperne di più sugli “Angeli a 4 Zampe” e i rischi della balneazione, visita il loro sito www.scuolacanisalvataggio.it

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Segui le mie avventure!

Il Divulgatore Pop

Gian Luca Caruso

Benvenuti nel mio Video Blog "Circostanze Straordinarie"! Mi chiamo Gian Luca Caruso e sono un Divulgatore Pop. La mia passione è "Scoprire Cose Nuove", il mio lavoro è "Condividerle con Tutti". Amo la Natura, l'Arte, la Storia e le Scienze. Girare Video è il mio strumento di divulgazione preferito. Ho creato questo Video Blog per condividere con voi le mie "Avventure del Sapere"!